Piante e fiori sul balcone: cosa dice il regolamento di condominio?

piante e fiori condominio milano regole

Piante e fiori sul balcone: cosa dice il regolamento di condominio?

 

La primavera è in arrivo e l’avere piante e fiori sul balcone in condominio è senza dubbio un piacere, anche per chi a poco pollice verde.
Chi vive in un condominio sa che la decorazione del proprio balcone o terrazzo con piante e fiori deve rispettare alcune regole sia di decoro che di gestione. Può capitare che piante, fiori e petali possano far scaturire problemi fino ad arrivare ad illeciti civili ed addirittura a reati.
Quindi in quali casi ci sono dei divieti in merito? Come gestire eventuali lamentele da parte dei condomini? Ecco un quadro completo per sapere come gestire piante e fuori sul balcone condominiale.

 

#facciamoilpunto

 

 

Piante e fiori sul balcone: cosa dice il regolamento di condominio?
Vasi e fioriere sporgenti: ecco le regole da seguire.
Quando e come annaffiare le piante sul balcone: ecco le accortezze da seguire.
Piante e fiori negli spazi condominiali. Quali sono le regole?

 

 

Piante e fiori sul balcone: cosa dice il regolamento di condominio?

La presenza di piante e fiori sul balcone condominiale non è sempre ammessa.

Possiamo partire col dire che, contrariamente a quanto si pensi, la presenza di piante e fiori sui balconi o sui terrazzi condominiali non è sempre ammessa.
La prima cosa da fare prima di posizionare ed esporre vasi di piante e fiori sul proprio balcone condominiale è verificare cosa dice il regolamento condominiale del proprio condominio. E’ infatti il solo regolamento condominiale che può vietare e porre limiti alla libertà di fare nella nostra unità abitativa.

Nel caso non ci siano divieti in merito o linee guida particolari è sempre opportuno attenersi alla regola della logica come regolato dall’art. 1122 del Codice Civile che dice:
“Nell’unità immobiliare di sua proprietà il condomino non può eseguire opere che arrechino danno alle parti comuni o determinino pregiudizio alla stabilità alla sicurezza o al decoro architettonico.”

Per quanto riguarda il decoro della facciata, noi consigliamo sempre ai nostri condomini di uniformare il tipo di fiore da esporre. Vedere una facciata ricca di fiori tutti dello stesso tipo e ben ordinata è sicuramente una nota di bellezza per il condominio che è sempre piacevole.

 

Vasi e fioriere sporgenti: ecco le regole da seguire.

Se l’esposizione di piante e fiori sul balcone condominiale è permesso bisogna comunque attenersi a regole soprattutto di sicurezza.

Se come abbiamo visto casi di decoro architettonico o divieti previsti dal regolamento condominiale possono essere motivo di divieto o limitazione per l’esposizione di piante e fiori sul balcone condominiale, sicuramente una regola importante da seguire è quella relativa alla sicurezza. Nel regolamento condominiale possiamo spesso trovare in merito precisi divieti rispetto all’appendere vasi di piante e fiori sporgenti sul balcone o terrazzo condominiale.

Noi consigliamo sempre ai nostri condomini che, anche qualora non ci sia uno specifico divieto in merito, è sempre opportuno ragionare in termini di sicurezza fissando molto bene eventuali fiorire che potrebbero cadere provocando danni a cose o ancora peggio a persone.

La legge infatti disciplina la materia in due modi.  Larticolo 675 del Codice Civile punisce con una sanzione amministrativa che arriva sino a € 629 per chi sospenda nel vuoto – un oggetto o qualsiasi altra cosa – al di sopra di un luogo privato o di una strada con passaggio pubblico senza che siano adottate tutte le opportune cautele in termine di sicurezza onde evitare che questo cada. La norma prevede una sanzione non solo in caso di caduta ma anche nel caso in cui venga rilevato che vi sia il rischio in quanto la fioriera con piante e fiori ancorata al balcone non lo sia in modo estremamente sicuro.
Scontato poi il secondo ambito di tutela che disciplina che in caso di incidente (e quindi di caduta e danno della fioriera o del vaso) si è responsabili dell’eventuale danno procurato come normato dall’art. 2051 del Codice Civile che dice: “Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.”

quali sono le regole per le piante sul balcone?
piante e fiori sul terrazzo

Vuoi sapere tutto sull’installazione di una tenda da sole sul tuo balcone. Leggi qui.

 

Quando e come annaffiare le piante sul balcone: ecco le accortezze da seguire.

L’annaffiatura di piante e fiori sul balcone deve essere svolta in modo rispettoso.

Il “come” e il “quando” annaffiare piante e fiori sul balcone è molto importante. Per quando riguarda il “quando”, è consigliabile annaffiare le piante e i fiori alla mattina presto o alla sera tardi. Questo perché il clima è più fresco e l’acqua in questo modo evapora più lentamente ed inoltre evita lo shock termico che le radici delle piante potrebbe subire ricevendo acqua nelle ore centrali della giornata.

Per quanto riguarda il “come”, invitiamo sempre alla massima educazione e al massimo rispetto dei nostri vicini. E’ quindi opportuno fare attenzione a non far cadere acqua sui balconi sottostanti onde evitare disturbo a chi vive sotto di noi.

 

Vuoi installare un condizionatore sul tuo balcone e vuoi conoscere le regole? Leggi qui.

 

Piante e fiori negli spazi condominiali. Quali sono le regole?

Oltre che per le piante e fiori sul balcone ci sono delle regole anche per quanto concerne gli spazi comuni.

Accade spesso che gli amanti di piante e fiori che abitano in un condominio non abbiamo spazio magari sul proprio balcone tendano a mettere vasi e fioriere sugli spazi condominiali oppure sul pianerottolo.
Anche per questo argomento la prima cosa da dire è far riferimento al regolamento condominiale per capire cosa è previsto. Se al sua interno non c’è nessun divieto in merito dobbiamo come sempre far riferimento al buon senso al principio dell’uso degli spazi comuni per cui è vietata l’alterazione della normale destinazione. Gli spazi comuni condominiali devono essere infatti accessibili e liberamente utilizzabili da tutti i condomini senza limitazione.

Ne consegue che lo spazio del pianerottolo deve essere lasciato libero così che possa assolvere correttamente alla sua funzione e quindi favorire un passaggio agevole ma è assolutamente permesso esporre piante o fiori se gli altri condomini lo concedono in virtù di un abbellimento degli spazi condominiali.

Per quanto concerne invece l’esposizione di piante e fiori su un terrazzo o cortile condominiale questo è permesso se la regola vale ovviamente per tutti i condomini e se l’uso dello spazio non è permesso solo per stendere i panni o altre attività. Anche in questo caso la regola del buonsenso la fa da padrone. Le piante ed i fiori non devo recare fastidio agli spazi.

Nei condomini da noi amministrati teniamo molto al rispetto delle regole e all’uso del buon senso che insieme permettono una convivenza serena e armoniosa nel rispetto di tutti.
Se cerchi un amministratore di condominio attento e collaborativo con i suoi condomini contattaci per un incontro conoscitivo.

 

Ci prendiamo cura dei nostri condomini.