Tutto sul regolamento condominiale.

regolamento condominiale le regole

Tutto sul regolamento condominiale.

Sappiamo tutti quanto spesso sia difficile fare rispettare il regolamento condominiale. In tutti i condomini ci sono condomini che violano le regole non rispettando il regolamento condominiale magari parcheggiando dove non devono o giocando in aree non adibite. Come tutelarsi e far rispettare le regole?

 

#facciamoilpunto

 

Che cos’è il regolamento condominiale?
È obbligatorio per un condominio avere il regolamento condominiale?
Dove posso trovare il regolamento di condominio?
Chi deve fare in modo che il regolamento condominiale venga rispettato?
Cosa fare nel caso in cui un condominio violi il regolamento di condominio?
Quali sono gli allegati del regolamento?
Che differenza c’è fra il regolamento condominiale e contrattuale?

 

Che cos’è il regolamento condominiale?

Tutto sull’atto contrattuale che definisce le regole del condominio.

Per regolamento di condominio intende l’atto attraverso il quale il condominio definisce le regole relative alla sua amministrazione, all’uso di cose e spazi comuni, alla ripartizione delle spese e a doveri e diritti che tutti i condomini devono rispettare, l’aspetto amministrativo e il decoro condominiale.

Il regolamento di condominio è passibile di modifica secondo precise regole sia rispetto alla maggioranza minima richiesta sia rispetto a quanto prescritto dal codice civile.

Le norme di riferimento sul regolamento condominiale le troviamo nel Codice civile con particolare riferimento all’1138 c.c. che contiene riferimenti relativi alle regole generali, l’indicazione delle maggioranze per la sua approvazione, il contenuto, le norme inderogabili etc.

 

È obbligatorio per un condominio avere il regolamento condominiale?

L’obbligo del regolamento di condominio c’è ma sopra i 1o condomini.

Tutti i condomini con più di 10 condomini hanno l’obbligo di redigere un regolamento. Sotto i 10 condomini il condominio ha facoltà di averlo o meno ed ogni condomino ha la facoltà di richiederne l’adozione al condominio.

 

 

Dove posso trovare il regolamento condominiale?

Custodire una copia del regolamento condominiale è importante.

 

Per un condomino possedere una copia del proprio regolamento condominiale è molto importante.
Vi ricordiamo che all’atto notarile dell’acquisto dell’appartamento ne viene sempre consegnata una copia.

Una copia inoltre è sempre disponibile presso lo studio del vostro amministratore di condominio ed inoltre il nostro studio lo rende disponibile e scaricabile sul sito del condominio stesso cliccando qui.

 

Chi deve fare in modo che il regolamento condominiale venga rispettato?

L’amministratore di condominio ha un ruolo importante nella gestione del regolamento condominiale.

Il regolamento di condominio deve essere rispettato da tutti i condomini ed è compito dell’amministratore di condominio fare in modo che questo avvenga.
Ma fino a dove può arrivare l’amministratore? Può richiamare o ha il dovere di fare causa a chi non rispetta il regolamento condominiale? È necessaria l’autorizzazione dell’assemblea condominiale?

regolamento di condominio

Cosa fare nel caso in cui un condomino violi il regolamento di condominio?

Cosa vuol dire violare il regolamento condominiale e come comportarsi in merito.

Chiariamo innanzitutto che per violazione del regolamento di condominio si può intendere una situazione più comune come un condomino che parcheggia in uno spazio condominiale dove non si potrebbe o il condomino che utilizza il pianerottolo che estensione della sua proprietà immobiliare mettendoci mobili o altro, invadendo in questo modo le parti comuni.

Non parliamo quindi del mancato pagamento delle spese condominiali, che come abbiamo visto dell’articolo da noi trattato in precedenza è argomento più delicato.
Vi invitiamo a leggere qui per approfondire l’argomento.

Diciamo che spesso nella pratica sono gli altri condomini che, per far valere i propri diritti informano l’amministratore di condominio sulla specifica violazione del regolamento condominiale da parte da un altro condomino.

L’amministrazione svolgerà di conseguenza un’indagine al fine di stabilire se effettivamente c’è stata la violazione contestata e raccoglierne le prove. Una volta accertata la violazione l’amministrazione comunicherà formalmente al condomino che ha violato la necessità di mettersi in regola. Prendiamo ad esempio il condomino che stende i panni abitualmente in un’area dove non è possibile farlo.

La legge vigente stabilisce che per violazione del regolamento di condominio è possibile stabilire come sanzione l’obbligo di pagare un importo fino ad euro 200 e, nel caso di condomino recidivo che ha violato più volte nel tempo il regolamento, arrivare fino a 800 euro.

Purtroppo nonostante quanto sopra la legge non ha ad oggi non ha definito lo strumento tramite il quale l’amministratore ha facoltà di agire, rendendo di fatto inapplicabile quanto stabilito.

 

Quali sono gli allegati del regolamento?

Il regolamento di condominio può prevedere degli allegati che regolino decoro

Come abbiamo visto il regolamento di condominio va a regolare le relazioni fra i condomini che abitano del condominio stabilendo cosa è ammesso fare oppure cosa è vietato.
Può prevedere inoltre allegati che vadano a definire alcuni aspetti relativi al decoro del condominio stesso come per esempio possibilità, forma e colore delle targhe che si possono appore in condominio o ancora definire colore e tipologie delle tende da sole.

 

Che differenza c’è fra il regolamento condominiale e contrattuale?

Regolamento contrattuale e regolamento di condominio sono diversi fra loro. Ecco in che modo.

Il regolamento di condominio può essere di natura assembleare o contrattuale.

Si parla di regolamento assembleare quando è espressione della volontà del condominio. Il regolamento assembleare una volta stabilito può essere integrato e modificato. Per modifiche e integrazioni è necessaria l’approvazione della stessa maggioranza con la quale è stato approvato.

Il regolamento di condominio ha quindi natura assembleare, copre aree precise come la gestione delle parti comuni, la ripartizione delle spese, decoro e scelte amministrative etc.

Il regolamento contrattuale invece da una volontà contrattuale e nasce normalmente quando viene edificato un nuovo palazzo. Il regolamento contrattuale è redatto dal costruttore e come il regolamento condominiale viene allegato al rogito e si intende approvato da tutti i condomini.

Qualora all’interno del regolamento contrattuale si trovino limiti all’utilizzo degli appartamenti (come per esempio un limite sull’affitto o sulla possibilità di tenere animali in casa) questo per essere vincolante anche sui successivi acquirenti dovrà essere portato a conoscenza di questi, prima del rogito. Inoltre come anticipato dovrà essere votato all’unanimità da tutti i condomini.

 

 

Il rispetto del regolamento di condominio è un aspetto molto importante che noi cerchiamo di gestire sempre al meglio.

Contattaci se cerchi uno studio di amministrazioni condominiali preparato ed affidabile.

Ci prendiamo cura dei nostri condomini.