Installazione di colonnine elettriche in condominio.

 

L’installazione di colonnine elettriche  in condominio sta diventando un’opera sempre più diffusa. Il nostro modo di muoverci sta cambiando e sicuramente la mobilità elettrica sta prendendo sempre più piede.

Questa la tendenza del presente e del futuro e che viene regolamentata dalla legge.

Il Decreto Legislativo 48/2020 ha definito l’obbligatorietà dell’installazione di almeno un punto di ricarica per auto elettriche negli edifici non residenziali dotati di più di 20 posti auto a partire dal 1°gennaio 2025. Abbiamo infatti visto come siano ormai diffuse le colonnine di ricarica nei parcheggi di supermercati di centri commerciali.

La normativa stabilisce numerose misure volte a favorire l’installazione di infrastrutture di ricarica a sostegno dello sviluppo della mobilità elettrica sia presso edifici residenziali sia presso quelli non residenziali. Le agevolazioni riguardano sia la possibilità di installarle con il superbonus 110 % sia a livello di spesa privata.

Queste infrastrutture, all’apparenza semplici dal punto di vista tecnologico, sono nella realtà apparecchi che devono avere precisi requisiti dal punto di vista di prestazioniaffidabilità e garantire una totale sicurezza.

Tanti e diversi i fattori quindi da valutare quando si decide di procedere con l’installazione di infrastrutture di ricarica presso il proprio condominio. Fattori per i quali servono scelte progettuali complesse e competenze specifiche e che richiedono quindi conoscenza e imprese preparate.

 

#facciamoilpunto

 

  • Il Superbonus110 e l’installazione di colonnine elettriche.

  • L’installazione di infrastrutture di ricarica come evento trainante nel Superbonus110%

  • Come viene deliberata l’installazione di colonnine elettriche negli spazi condominiali senza Superbonus110%?

  • Installazione di una struttura di ricarica per auto elettriche nel proprio box.

  • L’installazione di infrastrutture di ricarica nei condomini da noi amministrati.

 

Il Superbonus110 e l’installazione di colonnine elettriche in condominio.

 Il modo più conveniente per installare infrastrutture di ricarica.

Il Decreto Rilancio 34/2020 ha portato non poche novità in termini di incentivazioni dell’installazioni di infrastrutture elettriche. Per tutto il 2022 e il 2023 infatti l’installazione di ricarica quali colonnine elettriche per la ricarica di autoveicoli green è considerato un intervento trainante del Superbonus110%.

L’aliquota di detrazione è destinata poi a diminuire con gli anni a seguire scendendo al 70% nel 2024 per poi arrivare al 65% nel 2025.

Questo vuol dire che installando o acquistando una wallbox o una colonnina di ricarica si potrà richiedere la restituzione di quanto speso all’Agenzia delle entrate. Ci sono tre possibilità attraverso le quali godere di questo beneficio e sono:

– portare in detrazione la spesa in fase di dichiarazione dei redditi nei 4 anni successivi.

– usufruire delle sconto in fattura o della cessione del credito, chiedendo all’impresa o ad intermediario finanziario di anticipare la spesa e cedendo in questo modo i crediti.

 

 

L’installazione di colonnine elettriche in condominio come evento trainante nel Superbonus110%

 

L’installazione dell’infrastruttura elettrica è un intervento trainante.

 

Per ottenere la possibilità di recuperare/scontare le spese sostenute per la realizzazione di una infrastruttura di ricarica in condominio è necessario che l’installazione della o delle colonnine sia eseguita in contemporanea ad interventi volti al migliorare l’efficientamento energetico dell’edificio.

I lavori che dovranno essere conclusi entro il 31 dicembre 2023, dovranno portare ad un miglioramento della certificazione energetica dell’edificio di due classi al termine dei lavori.

Per tutti gli interventi trainanti c’è un limite di spesa e quindi anche per l’installazione di infrastrutture di ricarica. Vediamo quali sono:

La spesa massima per ogni contribuente è di euro 3.000 e prevede delle restrizioni in base al tipo di immobile:

  • 1.200 euro per ogni colonnina di ricarica in condomini e edifici plurifamiliari dove dovranno essere installate oltre 8 colonnine;
  • 1.500 euro per ogni colonnina di ricarica in condomini e edifici plurifamiliari dove verrano installate fino a 8 colonnine;
  • 2.000 euro per ogni stazione di ricarica in edifici unifamiliari o abitazioni indipendenti con accesso esterno autonomo situate all’interno di in complessi plurifamiliari.

 

Nel caso quindi di installazione tramite Superbonus il tutto sarà inglobato nelle procedure relative. Per un approfondimento relativo al SuperBonus110% vi invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato che trovare sempre all’interno del blog.

Come viene deliberata l’installazione di colonnine elettriche in condominio senza Superbonus110%?

 

Nel caso in cui il condominio scelga di installare infrastrutture di ricarica senza il Superbonus110% il tutto dovrà essere sottoposto all’assemblea del condominio.

L’amministratore di condominio dovrà convocare un’assemblea dove andrà a presentare il progetto tecnico preparato a seguito della richiesta da parte dei condomini. L’assemblea esaminata la richiesta dovrà decidere se approvare o meno la stessa.

Le opere edilizie necessarie per l’installazione di stazioni di ricarica elettrica in condomini devono essere approvate  dell’assemblea di condominio in occasione della primo o della seconda convocazione. Le maggioranze richieste sono quelle previste dall’articolo 1136 del codice civile.

Se l’assemblea non dovesse approvare il progetto avanzato, il singolo condomini o i singoli condomini potranno installare comunque i dispositivi a proprie spese, purché gli impianti di ricarica non danneggino e non alterino la sicurezza e il decoro della parti comuni.

studio donzelli criscuoli
Wallbox ricarica auto elettriche.

Installazione di una struttura di ricarica per auto elettriche nel proprio box.

 

Tutto più semplice nel caso si installi una infrastruttura per la ricarica di vetture elettriche nel proprio box.

 

Tutto molto più semplice nel caso in cui un condomino o più condomini vogliano installare una wallbox all’interno del loro box di proprietà privata. In questo caso il condòmino sarà tenuto a darne comunicazione all’amministratore di condominio e le spese saranno totalmente a suo carico e per eventuali interventi su parti comuni (quali passerelle portacavi o altro), dovranno essere indicate tutte le specifiche di esecuzione dei lavori.

L’installazione della wallbox dovrà necessariamente essere eseguita da una società specializzata che dovrà:

  • Effettuare una progettazione specifica
  • Dichiarare la conformità dell’impianto
  • Verificare le portate massime del contatore condominiale
  • Se necessario aggiornare il Certificato di Prevenzione Incendi secondo quanto previsto delle Linee Guida emesse dal Ministero dell’interno ed in ogni caso rispettare le normative vigenti in materia: la normativa prevede infatti che vi siano un unico pulsante di sgancio per disalimentare la corrente dei box.
  • Installare un conta kilowatt che permetta di rilevare il prelievo di energia e di procedere così  di ri-addebitarlo in fase di bilancio nel caso in cui ci si colleghi alla correte condominiale. Questo intervento non è necessario nel caso in cui ci si allacci al contatore privato.

 

L’installazione di infrastrutture di ricarica nei condomini da noi amministrati.

In tema di infrastrutture di ricarica siamo preparati e a disposizione per qualsiasi valutazione per il vostro condominio.
Abbiamo scelto di collaborare con GEWISS una realtà italiana che opera a livello internazionale nella produzione di sistemi e componenti per le installazioni elettriche di bassa tensione.

GEWISS traccia la strada della e-mobility con JOINON, l’offerta per la ricarica di tutti i veicoli elettrici, che comprende sia l’infrastruttura tecnologica di prodotto che la sua totale gestione, inclusi assistenza tecnica e manutenzione. Dalle stazioni di ricarica all’App per smartphone e tablet, fino alla gestione intelligente delle unità di ricarica: un sistema completo, che fa della sostenibilità ambientale un fattore competitivo di successo.

Grazie alle loro strutture siamo in grado di soddisfare qualsiasi necessità di ricarica condominiale, dalla singola wallbox a necessità più strutturate composte da numerose colonnine di ricarica elettrica.

Già diversi i condomini che grazie a noi hanno installato infrastrutture di ricarica per vetture elettriche nel loro condominio.
nelle foto che vedete vi raccontiamo una delle  installazioni realizzate in un condominio da noi amministrato in zona Arena. In questo contesto è stato realizzato un impianto che ha permesso ai condomini di installare le wallbox nel proprio box allacciandosi direttamente ai contatori privati.

 

Contattaci scrivendoci alla amministrazione@archdonzelli.it o tramite il nostro form di contatto oppure telefonaci allo 02.69.00.02.79.

Risponderemo a tutte le domande ed esigenze in tema di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici per il tuo condominio e non solo.

 

 

Leave A Reply