Condominio e Airbnb: regole fiscali e ultime dal Governo.

quali sono regole fiscali affitto airbnb condominio

Condominio e Airbnb: regole fiscali e ultime dal Governo.

 

In materia di affitto a breve termine di un immobile in condominio (ma non solo) tramite Airbnb le regole in materia di tasse e dichiarazioni sono diverse.
Se nel precedente articolo – leggi qui – abbiamo visto le prime regole generali e eventuali possibili divieti da parte del condominio, ora approfondiamo la parte fiscale.

 

#facciamoilpunto

 

Affitti brevi e tasse: cosa sapere.

Affitti brevi IRPEF e PARITA IVA: ecco le regole

Affitto breve e questura: ecco cosa sapere.

Airbnb: una stretta da parte del Governo

 

affitto appartamento in condominio airbnb regole

 

Affitti brevi e tasse: cosa sapere.

Aribnb: regole e norme sono presenti anche in materia di tasse.

La tassazione sugli affitti brevi è normata dal DL 50/2017 e nella circolare numero 24/E/2017 dell’Agenzia delle Entrate e riguardano la cedolare secca e l’IRPEF.

Affitti brevi e cedolare secca: si tratta di un’imposta del 21% che viene applicata sul guadagno totale del reddito derivante dall’affitto breve. La cedolare secca sostituisce l’Irpef e le tasse comunali che normalmente vengono applicate ad un contratto di affitto.

La tassazione con cedolare secca può essere applicata ai redditi che derivano dalla locazione di massimo 4 appartamenti e che quindi non rientrano nell’attività d’impresa.

Affitti brevi IRPEF e PARITA IVA: ecco le regole

L’attività di affitto turistico tramite Airbnb ha regole anche in materia di Irpef e/o Partita IVA.

l’ attività di Airbnb ha regole anche in materia di Irpef/partita Iva. Nel caso in cui l’attività di affitto breve non porti a redditi assoggettabili a cedolare secca questi sono soggetti a tassazione IRPEF e vanno quindi a formare il reddito. Il reddito è imponibile Irpef per il 95% (secondo gli scaglioni previsti)   mentre il restante 5% è considerata una deduzione forfettaria e quindi non soggetta ad imposte.

In questo caso parliamo di un’attività di tipo imprenditoriale e quindi è necessario aprire una partita iva.

 

Affitto breve e questura: ecco cosa sapere.

Anche la questura prevede per l’attività di Airbnb in condominio delle regole.

Altra cosa che devi sapere è che come host sei obbligato a comunicare alla questura di competenza della tua città i dati degli ospiti in affitto. Obbligo che non c’è invece nei confronti dell’amministratore di condominio,

La gestione degli ospiti dovrà avvenire in modo ordinato e senza recare disturbo agli altri condomini. Se non sei esperto in materia ti consigliamo di chiedere la consulenza, come anticipato, anche in materia fiscale così che tu adempia a tutti gli obblighi di legge.

 

Airbnb: nuove regole per una stretta da parte del Governo.

Regole Airbnb arrivano anche da parte del Governo. Vediamo nel dettaglio.

E’ argomento di questi giorni la stretta che il Governo ha previsti per gli affitti brevi turistici.
Gli obiettivi del DDL Affitti Brevi sono evitare un turismo sovradimensionato e nel contempo evitare lo spopolamento dei centri storici. Questo quando dichiarato della Ministra del Turismo Daniela Santanché.

Tra le misure contenute nel disegno di legge si sarebbe l’introduzione di un Codice Indentificati – CIN – che verrà attribuito ad ogni immobile ad uso abitativo che sarà messo in affitto turistico e quindi per periodi brevi. Il Codice Identificativo dovrà essere esposto e dovrà essere riportato sugli annunci pubblicati sui vari portali che verranno scelti. La mancata esposizione dei Codice Identificativo Nazionale potrà causare una multa fino a 5.000 euro.

Il Governo ha inoltre previsto che per quanto riguarda gli affitti brevi la permanenza minima obbligatorio dovrà essere di 2 notti per tutti gli immobili che si trovano all’interno dei centri storici delle grandi città metropolitane. Questa misura si preannuncia difficile da rispettare per i comuni considerati dell’Istat di fascia “alta” o “molto alta”.

La bozza del decreto, che mira a regolare le attività di affitti brevi e affitti turistici tramite portali quali Airbnb prevederà inoltre l’obbligo di segnalare l’inizio dell’attività di locazione a fini turistici per tutti coloro che svolgano l’attività di affitto breve turistico in maniera imprenditoriale pena multe che possono arrivare fino a 10mila euro per chi non rispetterà la norma prevista.

 

E’ importante conoscere le regole e rispettare quanto previsto e verificare se, nel caso di affitto di un appartamento in condominio ci siano delle limitazioni.
Leggi qui per capire come viene regolato l’affitto a breve termine in condominio.

Argomento quindi sicuramente complesso e in evoluzione. Iscrivetevi alla nostra newsletter o seguiteci sui nostri social, Instagram e Linkedin,  per rimanere sempre aggiornati su tanti aspetti riguardanti il mondo della vita condominiale e contattateci per una consulenza al vostro condominio.

Ci prendiamo cura dei nostri condomini.