Caro energia: tutto sul risparmio energetico e come evitare morosità.

come risparmiare energia

Caro energia: tutto sul risparmio energetico e come evitare morosità.

 

Avevamo già trattato l’argomento del caro energia e del risparmio energetico la primavera scorsa quando c’erano già stati i primi aumenti di luce e gas. Riteniamo senz’altro il caso di riaffrontarlo visto anche l’allarme lanciato da Anaci e da Confedilizia. L’aumento dei costi di gas e luci si ripercuoterà in modo importante sulle spese condominiali e si stima un notevole aumento di chi non riuscirà a saldare le rate, mettendo in difficoltà le gestioni condominiali.

Una situazione quindi preoccupante sulla quale la stessa assemblea condominiale dovrebbe intervenire con tempestività, al fine di limitare al minimo i danno. Questo deve andare ovviamente di pari passo con un comportamento responsabile e attento di tutti noi per limitare quanto più possibile i consumi.

Il Governo ha già dettato le nuove regole per limitare i consumi modificando le ore di accensione dei riscaldamenti e la temperatura dei termosifoni. Il tutto a seconda dell’area geografica. Tutti i dettagli nel nostro articolo a questo link.

Cosa si può fare quindi in concreto? Quali sono le cose da fare per consumare meno e meglio? Come gestire le morosità in condominio?

 

 

#facciamoilounto

 

Spegnere le luci e usare tecnologia led combatte il caro energia e aiuta notevolmente il risparmio energetico.
Scegliamo la doccia al posto del bagno.
Caro energia: stop agli elettrodomestici in stand by.
Scegliamo elettrodomestici di classe superiore e manuteniamoli con regolarità.
Attenti all’suo dei termosifoni.
Come gestire l’aumento di luce e gas nelle spese condominiali?
Come gestire le morosità in condominio?

 

costi luce gas risparmiare
Consumare meno luce e gas

Spegnere le luci e usare tecnologia led combatte il caro energia e aiuta notevolmente il risparmio energetico.

E’ importante stare attenti non solo alle luci interne della casa ma anche a quelle esterne di scale e cortili.

La buona abitudine di spegnere le luci quando si esce da una stanza (stando attenti anche a quelli esterne) è una delle prime da attuare per ottenere un risparmio a livello di consumi e combattere il caro energia.
Un interruttore a tempo in cantina o nelle stanze meno usate può aiutarci in questo, in modo che la luce si spegna da sola dopo un tot di tempo. O ancora non lasciare le luci di cortili o vialetti accesi tutta la notte. Spesso dimentichiamo che il costo dell’illuminazione artificiale rappresenta circa il 15% dei costi di energia domestica.

A questo possiamo senz’altro aggiungere l’utilizzo di tecnologia LED che ci permetterà un ulteriore importante risparmio rispetto all’utilizzo di lampadine ad incandescenza (che può arrivare fino al 90%). La tecnologia LED infatti a parità di potenza assorbita produce una luce 5 volte superiore, oltre ad avere una vita più lunga. Una luce bianca a LED dura infatti circa 15.000 ore rispetto alle 7.500 di una lampadina fluorescente e 750 di una alogena. Piccoli accorgimenti con i quali favoriremo il risparmio energetico e limiteremo l’aumento delle nostre bollette ma anche delle spese condominiali.

 

Scegliamo la doccia al posto del bagno.

Contro il caro energia: chiudere l’acqua mentre ci insaponiamo ed vitare di farla scorrere l’acqua senza motivo porta ad un notevole risparmio energetico.

Il consumo di acqua calda di un bagno è di media 4 volte superiore a quello di una doccia. Fare un bagno porta ad un consumo di circa 130-150 litri di acqua mentre con una doccia di 5 minuti il consumo stimato è di circa 80-90 litri di acqua. Chiudere l’acqua, quando ci si insapona porta ad un risparmio energetico che viene molto spesso sottovalutato ed a una riduzione anche delle spese anche condominiali ed è quindi molto utile contro il caro energia.

 

Caro energia: stop agli elettrodomestici in stand by.

Il risparmio energetico passa anche dalla limitazione dell’uso dello stand by dei nostri elettrodomestici.

Altro aspetto largamente sottovalutato è il consumo di tv o altre apparecchiature in stand by. Considerando che in media un qualsiasi apparecchio in stand by assorbe da 1 a 4 kw all’ora abbiamo un consumo “fisso”  – senza che la tv venga accesa o l’elettrodomestico sia utilizzato – che va dai 24 ai 96 KW al giorno…il che vuol dire fino a 35.000 KW all’anno.

Un consumo quindi di una certa rilevanza che può essere ridotto di molto evitando portando ad un interessante risparmio energetico. Lo si può fare semplicemente con l’utilizzo ciabatte multi-presa che con un interruttore ci permetterà di spegnere comodamente più apparecchi nello stesso momento. Questo vale anche per le apparecchiature del condominio. Con questi accorgimenti ne beneficerebbero anche le spese condominiali.

 

Scegliamo elettrodomestici di classe superiore e manuteniamoli con regolarità.

Il risparmio energetico e la battaglie al caro energia passa anche dell’uso di elettrodomestici di ultima generazione.

Circa il 60% dei consumi di elettricità nelle nostre case è imputabile agli elettrodomestici. Al momento del cambio, investire in un elettrodomestico di classe superiore porterà ad una costo maggiore per l’acquisto, che verrà però ripagato con un sensibile risparmio energetico e quindi una riduzione dei costi. Un vecchio frigorifero consuma fino al 40% di energia elettrica in più rispetto ad uno di nuova generazione.  Anche la loro manutenzione e il loro corretto posizionamento incidono su un possibile risparmio energetico.

 

Attenti all’suo dei termosifoni.

Per favorire il risparmio energetico e limitare il caro energia non usciamo i termosifoni come asciuga biancheria.

Spesso abbiamo l’abitudine di usare i termosifoni come asciuga biancheria. Cosa senz’altro comoda ma che ostacola la diffusione del calore. Non facciamolo e piuttosto posizioniamo un pannello riflettente fra il muro e il calorifero, soprattutto se il muro è esterno.

 

Come gestire l’aumento di luce e gas nelle spese condominiali?

Risparmio energetico non vuol dire solo controllo dei consumi ma anche gestione delle criticità in questo momento di caro energia.

Gli aumenti si sono fatti sentire già da mesi e quindi l’ideale e adeguarsi il prima possibile ai nuovi listini. Il nostri studio ha effettuato un controllo generale della situazione di tutti i suoi condomini richiedendo una rata integrativa per la gestione in corso, in modo da mettere al riparo da eventuali interruzioni di fornitura. E’ infatti importante in questo momento essere più che mai precisi con il saldo delle fatture in quanto i fornitori non sono più in grado di attendere il pagamento delle fatture per mesi.

 

Come gestire le morosità in condominio?

Oltre a pensare al risparmio energetico per combattere il caro energia è infatti importante evitare morosità che porterebbero un danno all’intero condominio.

In caso di particolari difficoltà ciascun condomino può richiedere una rateizzazione ad hoc. Il nostro Studio è attento alla situazione contabile di ciascuno stabile ed è il primo a proporre rateizzazioni qualora si accorga di ritardi nei pagamenti. Per questo non serve nessuna delibera dell’assemblea, ma è semplicemente un modo di operare attento e attivo dal parte dell’amministrazione condominiali.
Oltre a pensare al risparmio energetico è infatti importante evitare morosità che porterebbero un danno all’intero condominio.

Ricordiamo infatti che come previsto dalla legge, i fornitori che non vengono pagati, hanno il diritto di rivalersi sul condominio, essendo le bollette intestate appunto al condominio. E’ loro facoltà chiedere il pignoramento del conto corrente bancario bloccando i movimenti finché non venga saldato quanto dovuto. Sarà poi l’amministratore a comunicare al gestore di riferimento il nome del condomino inadempiente in modo che possa essere inoltrata rivalsa direttamente su di esso.
Il tema delle morosità in condominio è stato da noi trattato in questo articolo. Leggi qui.

 

Se hai bisogno di un consulenza di un professionista contattaci senza impegno.
– tramite il nostro form: https://studiodonzellicriscuoli.it/contatti/
– oppure scrivete a: amministrazione@archdonzelli.it
– o chiamateci allo 02/69.00.02.79

Siamo a vostra completa disposizione!

 

Ci prendiamo cura dei nostri condomini.