Con i GAC fare la spesa conviene.

gac gruppo acquisto condominiale

GAC: gruppi di Acquisto Condominiali. Fare la spesa conviene. 

 

Sappiamo tutti che comprare all’ingrosso è più conveniente che fare acquisti al dettaglio. Fare la spesa attraverso i GAC conviene.

Alla base dei GAC c’è il concetto di ottimizzazione e quindi ottimizzare quantità e consegne per avere prodotti più buoni a costi convenienti.

Si, con i GAC – Gruppi di Acquisto Condominiali – fare la spesa conviene.

Ma come funzionano esattamente e come si organizzano?

 

#facciamoilpunto

 

Cosa sono i gruppi di acquisto e cosa vuol dire GAC?

Come sono nati i GAC?

A cosa servono quindi i GAC? 

 

Cosa sono i gruppi di acquisto e cosa vuol dire GAC?

Compriamo insieme ai nostri vicini.

 

L’acronimo GAC vuol dire Gruppi di acquisto Condominiali. I Gruppi di acquisto condominiali consistono in gruppi di persone/condomini che insieme decidono di acquistare dei beni/prodotti, alimentari e non, direttamente dal produttore.

 

Precisiamo subito che i GAC vengono organizzati su volontà dei condomini in modo del tutto autonomo senza il coinvolgimento dell’amministratore e riguardano acquisti di generi beni o generi alimentari e non servizi quali energia elettrica, gas etc.

 

Fare la spesa con i Gruppi di Acquisto Condominiali conviene. L’obiettivo del GAC è quello infatti di ottenere un risparmio in quanto le quantità di beni o prodotti acquistati sono maggiori. Questo risparmio è a favore senz’altro dell’acquirente e quindi dei condomini ma anche per le aziende e i piccoli imprenditori locali che vendendo in questo modo riescono ad ottimizzare i costi di produzione/acquisto e i costi di trasporto.

Permette inoltre, per esempio per quanto riguarda gli alimenti, di assicurarsi prodotti di filiera corta e di alta qualità andando a sostenere piccoli produttori o aziende che con l’aggregazione della consegna riescono a lavorare meglio.

 

Altro importante obiettivo dei Gruppi di acquisto condominiali è la possibilità di dare un aiuto a colori i quali non hanno la possibilità di uscire di casa, quali anziani o persone non autosufficienti.

gac gruppo acquisto condomiale
gac gruppo acquisto condominiali

 

Come sono nati i GAC?

Con i GAC fare la spesa conviene e la loro logica è figlia di un modo di fare acquisti consolidato.

 

L’origine dei GAC arriva dai cugini, i “GAS,” i Gruppi di acquisto Solidali che hanno alle spalle una storia di oltre 25 anni.

I GAS sono nati con l’idea di liberarsi dalla grande distribuzione per andare a sostenere gli imprenditori più piccoli a livello locale e chilometro zero (come per esempio i piccoli produttori biologici) che garantiscono una maggiore qualità dei prodotti ed avere un contatto diretto con loro. Il tutto con il principio che l’unione fa la forza e che come anticipato l’aggregazione nell’acquisto comporta condizioni molto più convenienti.

 

Durante il lockdown, che purtroppo abbiamo dovuto tutti vivere, si è vista la nascita di diversi gruppi di acquisto condominiali che hanno avuto come obiettivo primario proprio quello di andare a sostenere chi era impossibilitato a muoversi o ad uscire di casa. Ricordiamo tutti fogli, magari scritti a mano, con i quali alcuni condomini più giovani si mettevano a disposizione dei vicini che ne avevano bisogno.

Una grande esempio di solidarietà quello che si è presentato, non solo nei confronti dei vicini (che diventano vicini di economia sociale ed economica) ma anche dei piccoli produttori biologici a filiera corta che più dei grandi sono stati danneggiati dall’emergenza sanitaria che abbiamo vissuto.

 

&nbhttps://studiodonzellicriscuoli.it/wp-admin/admin.php?page=wpseo_workoutssp;

A cosa servono quindi i GAC?

Con i GAC, Gruppi di Acquisto Condominiali fare la spesa conviene e sono inoltre un’ottima opportunità di risparmio e di funzione sociale.

Ora che la situazione sanitaria è quasi tornata alla normalità, l’obiettivo primario dei gruppi di acquisto condominiali è risparmiare.

Lato acquirenti/condomini è risparmiare sulla spesa e avere la possibilità quindi di acquistare beni e servizi qualitativamente migliore ad un prezzo inferiore. Acquistando all’ingrosso infatti il prezzo per unità scende inevitabilmente.

Lato aziende/produttori è quello di risparmiare sui costi di trasporto consegnando una certa quantità di prodotti in una volta solo in un solo posto.

Dal punto di vista ambientale è limitare ed ottimizzare le emissioni di CO2, aspetto non di poco conto nell’attuale situazione ambientale in cui ci troviamo.

Andando a creare un gruppo di acquisto, che ricordiamo essere totalmente autonomo rispetto all’amministrazione condominiale, si andranno ad unire le risorse fra vicini comprando all’ingrosso e risparmiando e con l’occasione instaurando magari rapporti di vicinato più profondi e solidali.

 

 #iltuoamministratoredicondominio